Articles in Category: Il Coraggio di Vivere

Cambiamente

per imparare il mestiere di vivere

Cambiamente

A conferma che "el pü stüpit da Strada el suna el violin" (vecchio adagio di Andrea, passato alla storia) è uscito il terzo libro di Corrado Ceschinelli. Nativo di Strada, appunto, - una frazioncina del Comune di Pieve di Bono, nelle Giudicarie, in Trentino - nonostante abbia lasciato il paese all'età di circa diciotto anni, Ceschinelli continua ad avere un rapporto molto viscerale con le sue origini, e non perde occasione per raccontare e vantare di essere un "ragazzo di Strada doc".

TRA L'APPARENZA E LA REALTA'.........C'E' DI MEZZO L'UOMO

di Corrado Ceschinelli

TRA L'APPARENZA E LA REALTA'.........C'E' DI MEZZO L'UOMO

Il mio lavoro principale è quello di occuparmi della natura umana. Ci sono molti modi di farlo: ciò che caratterizza  il mio approccio e il mio impegno è soprattutto quello di andare oltre l’apparenza… oltre l’apparenza di una malattia,  di un disagio o di una difficoltà. Perché? Perché dietro quella sofferenza, dietro quella complicazione molto spesso c’è un percorso, una ragione, un processo che ha causato, e causa, quel male, quell’effetto, quel dolore. La nostra percezione, comunemente, non contempla questa considerazione e questa correlazione e, quindi, generalmente, la nostra “ignoranza”, ci impedisce di attivare quei cambiamenti necessari, sia per la prevenzione che per la soluzione dei problemi. Il fatto di non considerare questa realtà non significa che non esista! Un esempio. Mi capita spesso di trovare persone che mi dicono: “Io mangio di tutto!” Il problema sta proprio in questo “tutto”. Il fatto di mangiare qualsiasi cosa.....

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/tra-lapparenza-e-la-realta-ce-di-mezzo-luomo/

LA LEZIONE DELLA VITA

LA LEZIONE DELLA VITA

Arrivo sempre al sabato mattina per scrivere questo articolo … un po’ per inerzia o perché, spesso, è l’unico momento in cui lo posso fare… e un po’ perché aspetto la fine della settimana per trarre spunti e argomenti da quello che mi succede intorno. Questa volta avevo veramente l’imbarazzo della scelta: adolescenti sull’orlo del bullismo; la storia di D.A. e la sua voglia di cambiamento; l’ultimo libro sulle più recenti “scoperte” nutrizionali; un progetto straordinario per la vita e per il futuro, di cui sono ideatore e promotore, che sembra realizzarsi. Stavo meditando a quale argomento dare più importanza quando, a rubarmi la scena, a risolvermi ogni perplessità, mi arriva un whatsapp di.....

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/la-lezione-dalla-vita/

IL CORAGGIO DI VIVERE

MA ORMAI.....COSA VUOI.....

IL CORAGGIO DI VIVERE

È pazzesco quanto la nostra vita dipenda dai nostri pensieri… quanto dai nostri pensieri dipenda il nostro umore… e quanto il nostro umore, oggi si sa, contribuisca alla nostra salute e al nostro benessere. L’esperienza umana produce molta sofferenza e, soprattutto, non ci consegna una visione della vita sulla quale orientare le nostre potenzialità. Così si sviluppa un atteggiamento che da più risalto alla sofferenza patita che non al suo riscatto. Ogni attimo che si vive sarebbe qualcosa di veramente nuovo, neutro, se non lo facessimo passare dalla memoria, dalla paura e dalla rassegnazione, attraverso i nostri pensieri. Come saremmo senza quella memoria? Molte persone mi dicono, “leggere”, molte altre non sanno rispondere. Per la verità non lo possiamo nemmeno immaginare, perché, per far parlare la nostra natura, dovremmo essere liberi, vuoti, nel silenzio della mente, ogni volta presenti a noi stessi. Invece ogni accadimento, ogni situazione viene anticipata dai nostri filtri pregiudiziali, oscurata dalle nostre angosce e dai nostri timori. Tutto questo impedisce il fluire naturale delle emozioni, che ci riempirebbero di energia, di interesse, di partecipazione vera alla vita. Invece di questo fluire noi facciamo parlare ciò che siamo diventati, ci facciamo guidare dalla memoria, senza renderci conto della sua influenza, e di quanto questa mortifichi la nostra vitalità.

Visualizza l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=295

IL CORAGGIO DI VIVERE

PARLARSI ADDOSSO

IL CORAGGIO DI VIVERE

Molto spesso il linguaggio non rappresenta il sentire autentico. Con le parole è possibile nascondere e mimetizzare la paura, la vergogna, il ricatto, la sopraffazione... è possibile confondersi e, a sua volta, disorientare. Affinché la nostra dimensione psichica e spirituale possa evolvere, è fondamentale il confronto e la comunicazione, ma il parlare dovrebbe essere sincrono e sincero con il sentire, qualunque esso sia. Purtroppo la perdita di sé, della propria integrità, sotto la pressione delle aspettative sociali e dei modelli educativi ci costringe, fin da piccoli, a rappresentarci per quello che non siamo e non sentiamo, anzi, spesso, a vergognarci di quello che siamo e di quello che sentiamo. Tutto questo si traduce, in termini personali, in profonde disarmonie e in incomprensibili sofferenze, che si riversano poi nel mondo delle relazioni, creando ulteriore confusione. Si finisce così per conservare e congelare un mondo profondo, in uno stato infantile, credendo che bastino poi le parole, dette a noi stessi o agli altri, per essere credibili e affidabili, capaci di decisioni, di coerenza e di responsabilità.

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=293

IL CORAGGIO DI VIVERE

L'ELISIR DI LUNGA VITA

IL CORAGGIO DI VIVERE

Va da se – lo abbiamo detto tante volte – che alimentazione e attività fisica sono due fondamentali dello stile di vita e dell’attività biologica, in relazione alla nostra costituzione. Ma esiste una dimensione dell’anima, della psiche, dell’umore, che risulta vitale per l’equilibrio generale e che contribuisce in modo sostanziale alla nostra percezione e, ancor più, al senso pieno del vivere. Stiamo parlando di autostima, passione e felicità. Nella nostra natura, nel nostro patrimonio, nel nostro “destino” c’è un progetto spontaneo, un percorso di compimento unico ed irripetibile, vitale, biologico. E’ in questa dimensione che alberga la vera autostima! Una realizzazione che non ha bisogno di commenti e ancor meno di giudizi. E’ il fluire naturale delle cose affinché si compia il destino di ciò che siamo, le condizioni di libertà perché ciò possa avvenire e completarsi.

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=291

IL PROBLEMA VERO SIAMO NOI

Di Corrado Ceschinelli

IL PROBLEMA VERO SIAMO NOI

C’è qualcosa di profondamente distorto se in noi è diventata normale l’idea che il nostro compito non sia vivere, ossia sperimentare senza giudizio tutti gli stati fisici ed emotivi, ma piuttosto “funzionare”. Dobbiamo aver ridotto la nostra idea di vita a un grado davvero molto basso, se possiamo tranquillamente paragonarci a una macchina e dire – quando stiamo male – : “In me si è rotto qualcosa”. Oppure: “Dottore mi rimetta a posto”. L’universo si è evoluto per milioni di anni per produrre infine una forma di vita che non sa distinguere se stessa da un meccanismo?

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=288

IL CORAGGIO DI VIVERE

IL SENTIERO E LA CIMA

IL CORAGGIO DI VIVERE

Quando si vive un periodo di difficoltà si vorrebbe raggiungere la serenità nel più breve tempo possibile, ma tale obbiettivo non è scontato e quindi sarebbe opportuno non dar credito a questo intento, spostando la nostra attenzione su un altro modo di pensare, sicuramente più vantaggioso per noi. Permettetemi di usare una metafora, per spiegarmi meglio!  Chi ama andare in montagna non si preoccupa sicuramente di dover fare un certo percorso per raggiungere la cima, anzi, molto spesso, se questo percorso presenta qualche difficoltà particolare, che impegna maggiormente, si è ancor più felici e stimolati a compiere quel percorso. In pratica, in montagna, le difficoltà ci stimolano tantissimo, al punto tale che, a volte, le ricerchiamo proprio. La domanda sorge spontanea: perché nella nostra vita non vogliamo difficoltà, mentre se decidiamo di scalare una cima, consideriamo le difficoltà “normali”, anzi, piacevoli?

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=286

IL CORAGGIO DI VIVERE

IL DOLORE.....QUESTO "SCONOSCIUTO"

IL CORAGGIO DI VIVERE

Vi voglio raccontare un’esperienza che mi ha messo alla prova ma anche fatto riflettere intorno alla vita. Questo mercoledì stavo tornando da Abano Terme, dove avevo tenuto due conferenze. Ero molto “carico” per tutta una serie di ragioni: avevo condiviso molti momenti di eccellenza con diverse persone… ero contento di come erano andate le cose e per le prospettive che erano maturate… e, in più, avevo vissuto tutto questo con la mia compagna, in un alone di allegria e soddisfazione di rara intensità. In questo clima e con questo umore ci siamo fermati in un Centro Commerciale del veronese per sistemare un paio di occhiali da vista......

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=284

SEPARATI IN SE'

Di Corrado Ceschinelli

SEPARATI IN SE'

La cosa più difficile è riconoscere e considerare la nostra costituzione, perché il problema è la visione condizionata e distorta che abbiamo di noi stessi e della realtà in cui dovremmo vivere. Se, aldilà della nostra percezione, riuscissimo
ad immaginarci, pensarci e vederci come “animali”, come organismi viventi… se riuscissimo per un attimo ad accettare l’idea che, oltre tutte le faccende in cui siamo immersi quotidianamente, esiste un corpo, un’anima, un progetto di
vita, che accade con regole e meccanismi dettati dalla natura… Bene! Se riuscissimo a fare questo, credetemi, sarebbe facile riprendere il “cammino”, ricomporre e incontrare la forza vitale, vivere un’esistenza piena, liberandosi da molte pene e malattie.